+39 055 580798

  • it
  • en

Visitare una distilleria per capire i segreti della creazione del Gin

Visitare una distilleria per capire i segreti della creazione del Gin

Il mito del gin: un tour per scoprirne i segreti

Il gin è una delle bevande alcoliche più diffuse in tutto il mondo; caratterizzato da una storia densa e particolare, si è affermato come una sostanza dal gusto unico e inimitabile, il quale è dovuto, rispetto ad altri alcolici, alla presenza di erbe in grado di insaporire in maniera netta il liquido fermentato. Alla pari di molte altre bevande alcoliche, anche il gin ha una storia assai curiosa. Si narra infatti che in Italia, precisamente all’interno della Scuola Medica Salernitana, un gruppo di monaci dovesse svolgere dei lavori di distillazione dell’alcol. A queste mansioni si associava la necessità di creare sostanze che potessero favorire la trasmissione in forma organica delle proprietà del ginepro, pianta che, stando ai dettami della medicina popolare, possedeva notevoli capacità nel curare malattie respiratorie, reumatiche e via dicendo. E fu proprio durante il trattamento delle bacche di ginepro che i monaci, unendole al liquido alcolico distillato, ottennero un primo risultato accettabile che solamente in seguito avrebbe assunto lo status di bevanda alcolica. Da allora il gin si è affermato come sostanza a base d’alcol dal sapore ben definito, con le bacche che devono essere impiegate per legge nel processo di distillazione. Già, ma… come avviene tale processo? Quali sono i segreti alla base del successo di una bevanda che, di fatto, viene largamente utilizzata per un lungo elenco di cocktail da bar? Per scoprire tutto ciò, cercando di carpire i modi e le sottigliezze che garantiscono al prodotto quel sapore sempre riconoscibile, l’ideale sarebbe visitare una distilleria che consenta a chi lo desideri di conoscere, capire e approfondire le proprie conoscenze in merito alla sua preparazione. È il caso del tour offerto dalla mitica distilleria di Peter in Florence, il locale che, situato nel capoluogo toscano, apre le porte a tutti coloro che intendono scoprire in che modo il gin viene prodotto attraverso la distillazione. Andiamo quindi alla scoperta delle caratteristiche del tour, soffermandoci anche su alcuni aspetti riguardanti la storia, la diffusione e il successo della bevanda.

Peter in Florence: un luogo unico per gli amanti del gin

Peter in Florence è uno storico locale di distillazione del gin con sede a Firenze; alla base del suo successo vi è la capacità e la volontà, da parte dei gestori della struttura, di andare a creare un gin in grado di rispettare le tradizioni tipiche del settore agroalimentare britannico. Perché la Gran Bretagna? Gran parte del suo successo deriva proprio dalla diffusione della bevanda in Inghilterra, dove vi arrivò direttamente dall’Olanda. E fu proprio in Inghilterra che per volontà del governo inglese nacque il “London Dry Gin”, sostanza che fu in grado di sferrare un duro colpo all’economia francese responsabile della produzione di cognac. Nei primi anni del XVIII secolo i cereali britannici iniziarono a venire largamente impiegati per dar vita a sostanze alcoliche, e in particolare per favorire il processo di lavoro all’interno delle distillerie. Peter in Florence è dunque il degno erede di una tradizione produttiva lunga secoli, che ha trovato nella città di Firenze un luogo in cui continuare a crescere e proliferare. Per quanto riguarda la bevanda prodotta da Peter in Florence, essa si contraddistingue per una distillazione verificata e controllata direttamente nella distilleria dell’azienda, situata proprio nel capoluogo toscano, con l’utilizzo di “botanicals” della Toscana (ossia le erbe e le spezie tipicamente impiegate in fase di produzione) e ingredienti al 100% naturali. Inoltre, una delle particolarità più in evidenza del London Dry Gin di Peter in Florence riguarda la particolare acqua utilizzata durante la distillazione. Il locale, infatti, sorge nei pressi di un casolare, attorno al quale sono presenti numerosi terreni naturali e pressoché incontaminati, dove c’è la presenza di una fonte di acqua naturale che consente a chiunque di poter godere di acqua sorgiva purissima e cristallina. Peter in Florence utilizza proprio il liquido in questione per produrre il London Dry Gin, così da conferire alla bevanda un sapore ancor più marcato. Sono dunque questi i motivi che dovrebbero spingere gli amanti del gin ad effettuare una visita all’interno di Peter in Florence, prima distilleria di London Dry Gin in Italia nonché luogo in cui esplorare il podere annesso e gli spazi produttivi della bevanda.

Perché effettuare il tour nella distilleria Peter in Florence

Il tour si distingue innanzitutto per l’alto livello di competenze degli addetti. Gli operatori, infatti, sono persone colte e soprattutto appassionate, poiché è proprio la passione a muovere lo spirito fondante di Peter in Florence. Durante il tour i visitatori avranno la possibilità di muoversi tra gli estrattori e gli alambicchi, osservando in prima persona le prassi relative alla produzione del gin. Ma non è tutto. Per dare un’idea della qualità del percorso guidato, i partecipanti del tour saranno introdotti passo passo all’interno dei segreti produttivi della celebre bevanda alcolica: ogni singola fase produttiva verrà illustrata in maniera dettagliata e approfondita, dando quindi la possibilità di venire a conoscenza di aspetti meno noti relativi alla storia e alla tradizione del consumo di gin. Le spiegazioni degli addetti verteranno, ad esempio, sull’utilizzo dei particolari ingredienti naturali che rendono il London Dry Gin di Peter in Florence unico nel suo genere: dall’utilizzo di alambicchi specifici, creati e studiati appositamente per la distilleria, alla descrizione delle erbe profumate adoperate nel corso della produzione. Il tour sarà in grado di portarvi nel magico mondo del gin anche attraverso la degustazione finale, un momento unico per assaporare con gli esperti del settore l’inimitabile gin di Peter in Florence.

La prenotazione del tour con Enjoing

Il tour nella distilleria di permette quindi di conoscere diversi segreti inerenti alla produzione del gin. Dopotutto, quale modo migliore per assaporare una bevanda se non quello di visitarne direttamente gli stabilimenti produttivi? Obiettivo di Peter in Florence è proprio quello di far comprendere ai partecipanti del tour quali sono le grandi differenze tra un gin artigianale, prodotto attraverso l’utilizzo di ingredienti naturali, e quelli commerciali, nei quali si preferisce adoperare materiali non necessariamente di alta qualità per questioni prettamente economiche e organizzative (legate, ad esempio, alla necessità di produrre in serie grandi lotti di gin). Alla luce di tutto ciò, una domanda sorge spontanea: come prenotare il tour nella distilleria? Ovviamente, attraverso noi di Enjoing. La nostra azienda, infatti, permette a chiunque lo desideri di effettuare il booking di questa e decine di altre esperienze, mettendo il cliente nella posizione di… non dover fare nulla. Saranno infatti gli host di Enjoing ad occuparsi di qualsiasi aspetto inerente alla prenotazione del tour, che in questo caso specifico è organizzato attraverso gruppi composti da un massimo di 15 persone. In poche parole, un’occasione da non perdere: Peter in Florence è pronta ad accogliere appassionati e curiosi per dare vita a un’esperienza indimenticabile, ed Enjoing si mette a completa disposizione del cliente per procedere alla prenotazione del tour.

per inviare un commento