+39 055 580798

  • it

Sei un amante della Vespa e stai progettando un tour della Toscana?

Sei un amante della Vespa e stai progettando un tour della Toscana?

La Vespa Piaggio quale orgoglio italiano

All’estero tutti conoscono l’Italia per il binomio Ferrari & Lamborghini, ma se c’è un elemento che contraddistingue il design italiano a livello mondiale, e che in tantissimi non hanno mancato di copiarci, è la Vespa.
Questo ciclomotore vede la luce nel 1946 a Pontedera, nelle industrie della Piaggio temporaneamente sballotate a causa degli enormi disagi legati alla II Guerra Mondiale.
Il creatore, scelto dal patron Piaggio, era un uomo totalmente estraneo al mondo dei ciclomotori, e questo fu l’elemento chiave che decretò l’immensa popolarità che ottenne questa due ruote.
A dispetto dei modelli dell’epoca, goffi e assai scomodi per quanto riguardava la salita e la discesa, l’ingegner D’Ascanio attinse dalle sue conoscenze aeronautiche per progettare il primo motociclo a scocca portante privo di qualsiasi elemento che potesse essere di intralcio all’appoggio dei piedi.
Sagomando la struttura della Vespa sulla figura di un uomo comodamente seduto, non solo spostò i comandi di gestione sul manubrio, ma concepì l’intera creazione come un mezzo adatto a spostamenti di lunga percorrenza, adattabile a qualsiasi tipo di terreno e dotandolo di una seduta lunga e comoda anche per un secondo passeggero.
Ecco che si venne a creare un motorino che non solo segnò l’inizio di una nuova epoca, ma che tutt’ora si presta ad essere un fedele e pratico compagno di viaggio per tutti coloro che desiderano respirare la genuinità italiana.

La Toscana come tramite tra il passato e il futuro

L’Italia è costituita da 20 regioni, ognuna delle quali gode di caratteristiche così speciali ed uniche da rendere impossibile e scorretto evidenziarne una a dispetto di tutte le altre.
Ma se proprio si intendesse ricalcare i luoghi che hanno funto da culla rinascimentale e hanno dato i natali alla lingua italiana, allora non si può che dirigersi in Toscana e lasciarsi avvolgere dalla vivacità dei luoghi e della gente che vi abita.

La Toscana come crocevia turistico

Secondo le statistiche redatte puntualmente in autunno, la Toscana si configura come una delle mete preferite per le vacanze, sia dagli italiani stessi che dagli stranieri d’oltralpe.
Per le orecchie dei più, questa è la regione della caratteristica parlata aspirata, peculiarità unica sul territorio italiano, ma la realtà vuole che in Toscana si fondano molteplici tipicità prettamente locali: dalla buona cucina all’ottimo vino, passando attraverso l’immenso patrimonio artistico che si può respirare in ogni angolo della regione.
E grazie alla sua posizione geografica pressoché ideale, poiché lambita dal mare da una parte e abbracciata dai monti dall’altra, questa regione offre un paesaggio morbido ove lasciare spaziare la vista e i sensi mentre si percorrono le sue strade.
Ecco che l’unione di due eccellenze italiane come la Vespa e il territorio toscano dà vita ad un tour unico nel suo genere, lento e sapiente, capace di far riscoprire il gusto autentico delle piccole cose chilometro dopo chilometro.

“Ma quanto è bello andare in giro”…

Organizzare un tour della Toscana a cavallo di una Vespa non è difficile, anzi: proprio perché l’offerta culturale ed enogastronomica è così vasta, tutti possono improvvisarsi turisti sulle due ruote alla scoperta dei tesori disseminati tra le sue colline.
Ma se invece si intendesse fare le cose con criterio, ottimizzando tempo e denaro a disposizione, e magari identificando anche la tipologia delle realtà che si intendono visitare, allora converrebbe indubbiamente affidarsi a chi il territorio non solo lo conosce alla perfezione, ma sa anche far emergere contenuti non riportati normalmente nelle guide o nei testi scolastici.
Insomma, bisogna riconoscere che appoggiarsi a professionisti del settore, come ad esempio enjoing.com, non solo eviterebbe di perdersi per i colli, ma renderebbe unico il soggiorno toscano.

Un’ampia scelta di attività ricreazionali!

La bellezza di viaggiare in Vespa è che ci si abitua al vento che accarezza il viso, al punto che una volta saliti per un’escursione in mongolfiera non si proverà alcun fastidio, godendosi così sia in estate che in inverno il paesaggio incantato della Maremma, sorvolandone boschi, fiumi e piccoli paesi.
Ma la Toscana ha veramente tanto da mostrare, anche se è apparentemente timida e determinate chicche devono essere eviscerate solo da chi ci abita sul territorio.
La Toscana è sinonimo di un turismo culturale che si snoda dai maggiori siti turistici a nicchie sconosciute ed arroccate sulle colline: grazie all’agilità della Vespa e alla guida locale nulla rimarrà celato agli occhi dei turisti itineranti.
La praticità di viaggiare senza cartine stradali e manuali storici è senza dubbio un valore aggiunto alla propria vacanza.
E che dire dei tour enogastronomici che soddisfano sia i palati più pretenziosi che i degustatori vinicoli più inflessibili? La Toscana ha pane e vino per i denti di tutti, e a seconda del desiderio del turista vespista ci si muoverà in determinate direzioni piuttosto che perdersi a gironzolare a casaccio.

Un tour assistito lungo le rotte del piacere visivo e culinario

Entrando nel dettaglio, e solo a titolo esemplificativo, si deve assolutamente visitare le Colline del Chianti, dove a dispetto di un’area non propriamente vastissima, ci sono moltissime cose da vedere, come il Museo del Vino, il Castello di Ama, il Parco Sculture del Chianti (che puntualmente ospita installazioni e sculture di artisti contemporanei).
E poi, come non passare per la provincia di Siena, ove esiste una località costellata da piccoli rilievi grigio/biancastri costituiti da creta che danno appunto il nome di Crete Senesi al luogo?
Ecco che lungo il percorso che unisce Siena ad Asciano si possono ammirare incredibili paesaggi dalle sembianze lunari, grazie alla speciale conformazione del suolo.
La bellezza di viaggiare in Vespa permette di assaporare la storia in tutte le sue sfumature, non solo attraverso la visita di musei e chiese, che tanto caratterizzano le piazze e il centro stesso pulsante della Toscana, ossia Firenze.
Ovunque sono disseminati dettagli di storia etrusca, sapientemente integrati nella dolcezza del declivio collinare, ove file e file di cipressi contornati da terra rossa saranno compagni costanti lungo il tour toscano.
Ed è proprio grazie a questa particolare caratteristica terrena che in questa regione sorgono tantissime aziende vitivinicole presso le quali non solo si possono acquistare prodotti non altrimenti rintracciabili sul mercato, ma anche effettuare winetasting di ottimo livello per vini d’eccellenza come il Brunello e il Chianti, assaporando nel contempo le prelibatezze della tipica cucina locale.
Il mondo toscano è poi una vera e propria fucina creativa per tutto quello che concerne la buona tavola e la preparazione che sottende ad un impiattamento perfetto: per scovare i corsi di cucina delle categorie alimentari a cui si è più interessati si può chiedere al proprio organizzatore di riferimento che, da buon locale, saprà includere nel tour in Vespa anche questa succulenta digressione culinaria, ottimizzando il tempo e il percorso stabilito.

Un giro in Vespa alla scoperta di sport, divertimenti e shopping di tendenza!

Girare la Toscana in Vespa non condurrà al solo godimento di sole costruzioni marmoree, chiese, piatti di cacciucco e calici di vino: essendo una regione baciata dal mare e abbarbicata al contempo sugli Appennini si possono trovare diverti spunti di attività sportive, anche adrenaliniche per i più curiosi ed intraprendenti: dal paracadutismo di Lucca al parapendio di Arezzo, si passa attraverso il rafting e l’hydrospeed sull’Arno e sul torrente Lima.
E che dire del freestyle motocross, le cui scuole sono rintracciabili direttamente nel capoluogo regionale?
Le opportunità di freeclimbing sono poi diffuse un po’ ovunque, ed è per questo che avvalendosi dell’organizzatore del tour si riuscirà ad integrare al meglio il percorso con l’esperienza rocciosa.
Grazie alla presenza dell’Isola D’Elba, poi, non mancano le occasioni si effettuare immersioni e sessioni di surf, con noleggio sul posto di tutta l’attrezzatura necessaria.
Tutti coloro che, invece, desidereranno approfittare dell’indiscussa eleganza e dello stile che contraddistinguono la Toscana nel mondo della moda e delle tendenze di settore, potranno avvalersi della presenza sul territorio di figure specifiche: il personal shopper è un professionista che offre una mirata e personalizzata consulenza d’immagine, al fine di accostare il miglior prodotto manifatturiero al suo acquirente.
Essendo figure sparse su tutto il territorio toscano, come per tutte le altre attività è bene affidarsi a chi la regione la conosce bene, e sa coniugare le necessità del vespista on tour con l’offerta a lui più consona e vicina.
Godersi le colline toscane con la brezza sul viso è meraviglioso, ma è ancor più bello se lo si fa con la testa sgombera da pensieri e preoccupazioni!

post a comment