+39 055 580798

  • it
  • en

Crea il tuo sapone e salva il pianeta: la riscoperta della saponificazione per combattere il global warming.

Crea il tuo sapone e salva il pianeta: la riscoperta della saponificazione per combattere il global warming.

Il cambiamento climatico è ormai un dato di fatto, scientificamente verificato, ma come possiamo “fare la nostra parte” anche se non siamo attivisti? Il sapone è una risorsa.

La plastica, il vero nemico del pianeta.

Bagnoschiuma, shampoo, sapone per le mani, detergenti intimi e chi più ne ha più ne metta, sono prodotti di uso comune ma fin troppo spesso racchiusi in kg di plastica che consumiamo giornalmente, causando i danni, ben noti ormai, al nostro pianeta. I detergenti industriali, infatti, non solo sono contenuti in bottiglie ed involucri di plastica, che una volta dispersi nel pianeta, concorrono nella distruzione di diversi ecosistemi, impiegando anni per disintegrarsi in microplastiche altrettanto dannose. Sono proprio le microplastiche contenute in scrub e dentifrici ad inquinare ulteriormente le acque, queste particelle, infatti, sono praticamente inscindibili dall’acqua, rimanendo in circolo per altrettanto tempo, inquinando acqua e avvelenando la fauna che incontrano sul loro cammino.

Perché imparare l’arte della saponificazione può salvare il pianeta?

Se c’è una cosa che tutti noi possiamo fare per ridurre la quantità di plastica che consumiamo, è cominciare a cambiare le nostre abitudini, cominciando da piccoli gesti quotidiani, come, appunto, l’igiene personale.

Utilizzare saponette, meglio ancora se naturali e profumate con olii essenziali, ha un doppio vantaggio: da un lato, la purezza degli ingredienti permette una sana igiene della pelle, dall’altro, le cosiddette saponette prevedono involucri spesso in carta – meno dannosa della plastica – oppure si possono trovare, spesso e volentieri, senza alcun involucro.

L’arte dell’autoproduzione, in questo caso, può essere fondamentale per aiutarci a comprendere meglio quanto le nostre scelte possono impattare l’ambiente in cui viviamo, regolandoci, per – appunto – “fare la nostra parte”.

Sapone di Marsiglia e sapone all’olio d’oliva, un toccasana per la salute.

L’immagine, insomma, di un mondo coperto di plastica non ispira proprio nessuno, considerando anche il fatto, che con tutto il rifiuto plastico che finisce negli oceani, non c’è da stupirsi se anche negli esseri umani sono state rilevate concentrazioni di plastiche derivate da alimentazione e prodotti per l’igiene.

Creare il proprio sapone, seguendo ricette antiche – efficaci pur nella loro semplicità – può trasformare un momento di apprendimento in un momento di condivisione di buone pratiche ecologiche anche in famiglia, vivendo qualche ora insieme all’insegna della sperimentazione.

Imparare come creare il proprio sapone, inoltre, permette di guardare il mondo che ci circonda con occhi divrsi, imparando come utilizzare risorse nel modo più naturale e sano possibile, per far del bene a noi stessi ma anche a chi amiamo. Il sapone ottenuto dalla saponificazione a freddo, infatti, può trasformarsi anche in un’idea regalo originale e di valore, soprattutto se fatta con le nostre mani.

Che fare, non ci resta che rimboccarci le maniche e cliccare qui per scoprire come vivere questa meravigliosa esperienza! Ci vediamo in laboratorio!

per inviare un commento