+39 055 580798

  • it

Come creare Saponette fai da te con ingredienti naturali

Come creare Saponette fai da te con ingredienti naturali

Oggi, più che mai, si diffonde una grande attenzione nei confronti del green e dell’utilizzo di prodotti creati con ingredienti completamente naturali.

Sono davvero moltissime le aziende che hanno fatto degli ingredienti naturali i propri punti di riferimento per la realizzazione di una svariata tipologia di prodotti dedicati non solo alla cura della persona, ma anche alla cura della casa.

Tuttavia, l’attenzione al fai da te e la voglia di scoprire tutti i passaggi di realizzazione dei vari prodotti, piuttosto che l’attenzione meticolosa agli ingredienti comporta la voglia di cercare informazioni utili, o frequentare corsi dedicati che consentano di comprendere come realizzare maschere di bellezza, scrub, o detergenti per la casa realizzati con ingredienti naturali.

A tal proposito, l’idea di realizzare della saponette in casa, solo attraverso l’ausilio di prodotti naturali attentamente selezionati e sulla base delle proprie preferenze personali, può essere un’ottima idea sia per la cura di sé stessi, sia per pensare ad un regalo alternativo da fare ad un’amica attenta alle preparazioni naturali.

Come fare il sapone a casa?

Realizzare in autonomia il sapone non è una cosa difficile, basta seguire delle semplici regole che permettano di ottenere un composto completamente naturale nel pieno rispetto della natura.

Ovviamente, quando si parla di sapone ci si può riferire non solo, e non esclusivamente, a quello utilizzato per la detergenza della pelle, quanto piuttosto anche a quello utilizzato per la pulizia del bucato o, come facevano le nostre nonne, per profumare i cassetti e gli armadi.

Qualunque sia l’esigenza di utilizzo le alternative sono davvero moltissime e il procedimento per la realizzazione di una saponetta è impresa non particolarmente difficile. Di sicuro, se l’idea è quella di ottenere un prodotto completamente naturale con ingredienti selezionati ad hoc sulla base delle proprie esigenze (e delle proprie preferenze di profumazione), confezionare delle saponette in autonomia è la scelta migliore.

A tal proposito esistono parecchi corsi che possono rivelarsi particolarmente utili per coloro che vogliono conoscere trucchi, ricette e tecniche per il sapone fatto in caso. Il sito https://www.enjoing.com propone una vasta gamma di esperienze che saranno in grado di dare tutte le direttive necessarie per imparare a preparare del sapone direttamente a casa propria.

Queste esperienze, oltre a palesarsi come delle ottime alternative di aggregazione e di socializzazione, cercano di focalizzarsi sul principale interesse dell’utilizzatore che, confrontandosi con tutor preparati e competenti, avrà modo di conoscere tecniche di preparazione del sapone facili, divertenti e assolutamente soddisfacenti.

Sapone fatto a mano: una tradizione storica

Il sapone artigianale fonda la sua tradizione nei secoli più remoti, quando l’industrializzazione non era ancora sviluppata e la realizzazione di questo prodotto era deputato unicamente alla lavorazione manuale. Storicamente, i primi saponi artigianali risalgono a duemila anni prima di Cristo, a riprova di una tradizione tanto radicata e antica.

Prima di comprendere quali sono le fasi per la realizzazione del sapone è utile sapere quali sono gli ingredienti necessari.

Prima di tutto bisogna ricordare che il processo di saponificazione avviene attraverso una reazione chimica che consiste nel far reagire una sostanza grassa (di origine animale o vegetale) con una base forte (corrosiva o caustica). Per la produzione casalinga la base forte utilizzabile è l’idrossido di sodio, meglio conosciuto come soda caustica.

La saponificazione altro non è che una reazione chimica e, per questo, ogni passaggio deve essere svolto con estrema cura e attenzione, in quanto si corre il rischio di irritare (nel peggiore dei casi corrodere) la pelle e le mucose.

Per questo motivo, ma anche per ragioni di tipo ecologico e di attenzione nei confronti della propria pelle, è consigliabile pensare alla realizzazione di prodotti completamente naturali. Si possono privilegiare tanti ingredienti che, oltre a donare una gradevolissima profumazione ai vostri saponi, hanno moltissimi benefici sulla pelle: l’arancia, l’olio di oliva, la cannella. Per poter comprendere attentamente l’iter di saponificazione è possibile prendere in seria considerazione la possibilità di frequentare un corso che dia tutte le direttive utili necessarie.

Metodi di saponificazione

In linea di massima possono essere individuati almeno due diverse tecniche di saponificazione quella a caldo e quella a freddo che, come sarà facilmente intuibile, si differenziano per la temperatura necessaria alla realizzazione della reazione chimica.

Sicuramente per la realizzazione artigianale, e casalinga, del sapone è preferibile la tecnica a freddo in quanto più semplicemente realizzabile dalle persone meno esperte.

La tecnica a freddo prevede che la reazione di saponificazione avvenga ad una temperatura compresa tra i trentacinque e i quarantacinque gradi. In questo caso il sapone non necessita di essere riscaldato, passaggio che, invece, nel processo a caldo è indispensabile.

Una variante alla tecnica a freddo è quella definita a tutto freddo e sfrutta il calore derivante dalla dissoluzione della soda caustica in acqua per scaldare i grassi posti all’interno della pentola.

L’arte della saponificazione: dove imparare?

Va da sé che seguire pedissequamente un articolo o qualche tutorial può rivelarsi utile per apprendere, prettamente dal punto di vista teorico, qualche tecnica di saponificazione, ma avere l’occasione di seguire un vero e proprio corso a riguardo è tutta un’altra cosa.

A tal proposito, come espresso in premessa, il sito https://www.enjoing.com mette a disposizione dei corsi che consentono di apprendere molti trucchetti in merito alla creazione del sapone, oltre che venire a conoscenza della storia e della tradizione dell’arte saponaria.

Si tratta di sessioni che mettono a disposizione degli appassionati (ma anche di coloro che sono semplicemente desiderosi di conoscere la parte storica dell’arte del sapone) del personale esperto che, grazie alla competenza acquisita, sarà in grado di far apprendere tecniche, usi e procedure utili alla realizzazione delle saponette.

Questi corsi, oltre a rivelarsi particolarmente utili per coloro che vogliono apprendere quest’arte, possono essere una valida occasione per conoscere la tradizione che porta con sé molta storia. Oggigiorno, purtroppo, l’idea di un sapone fatto a mano è qualcosa di lontano, in quanto i processi di saponificazione sono esclusivamente meccanici.

L’arte saponaria, invece, porta con sé la lentezza del lavoro manuale, la delicatezza del dosaggio di tutte le componenti e la coesione degli ingredienti fino alla realizzazione della saponetta perfetta. Per questo motivo, e con lo scopo di tramandare l’artigianalità della realizzazione del sapone, nascono i tanti corsi che si propongono di ripercorrere tutte le fasi di un gesto tanto semplice quanto rilassante.

Le varie occasioni di apprendimento potranno essere considerate non solo come un regalo da fare a sé stessi per apprendere nozioni di autoproduzione del sapone, ma anche valide alternative di regalo per persone care che, in qualche modo, dimostrano passione e interesse verso la tradizione e il lavoro manuale. Certamente, potendo mettere le mani in pasta, e apprendere le varie tecniche di saponificazione, si avrà la sensazione di tornare indietro nel tempo e di concedersi una coccola solo per sé, prestando attenzione ai prodotti utilizzati e memorizzando tutti i vari processi così da poterli ripetere comodamente a casa propria.

I corsi, primariamente ambientanti in contesti storicamente importanti per l’arte saponaria, dedicano del tempo a tutte le fasi di realizzazione del sapone: la scelta delle essenze, l’amalgama degli ingredienti, l’attenta manualità nella realizzazione della saponetta e il tempo necessario alla solidificazione. Tutto questo permetterà di riscoprire l’arte del sapone fatto come una volta.

per inviare un commento